Colibrì ‒ Puntata #11 ‒ Anarchia e sorprese

21 maggio 2018

Colibrì: i libri, per becco di chi li legge ‒ Un programma che vuole dar voce ai lettori, per chiacchierare di libri con leggerezza e passione

A cura di Seba Marvin e Raffaele Sanna, con Giorgio Genetelli


🕮 IN QUESTA PUNTATA

Una puntata per scoprire che «Cosa ci fai qui, rottame?» può essere un saluto amichevole o che il modo più poetico di descrivere la miseria non viene da un poeta ma da una persona comune, che esclama in dialetto che persino i topi escono piangendo dalla sua credenza. Ma soprattutto per conoscere meglio Giorgio Genetelli, autore di Preonzo che vive da anni in esilio in Val Bavona, libertario e con il pallino dell’anarchia.

Fra insignificanti problemi tecnici risolti dopo 30′ di diretta, una chiacchierata tanto improvvisata quanto sorprendente e interessante, domande scritte su un foglio poi incollato al vetro e l’idea di volerne sapere di più sulle letture di uno scrittore che si è presto tramutata nel volerne sapere semplicemente di più sulla vita, l’undicesima puntata di Colibrì è stata un esperimento a tratti traballante, ma perfettamente riuscito!

Qui il testo del mini-monologo: http://sebamarvin.com/da-qualsiasi-parte-soffi-il-vento/


🕮 LIBRO SVIZZERO DEL MESE

Il diavolo nel cassetto di Paolo Maurensig (Einaudi, 2018)

«La letteratura è un affare molto serio per questo borgo svizzero stretto in una vallata quasi soffocata dalle montagne: si narra che Goethe di ritorno dall’Italia vi trascorse una notte per via di un guasto alla carrozza su cui stava viaggiando. Addirittura tre locande, a lui intitolate, si contendono il vanto di averlo ospitato. Inoltre, dal prete anzianissimo che redige le sue memorie alla ragazzina un po’ sciocca autrice di filastrocche, passando per il borgomastro, tutti gli abitanti del paese si sentono scrittori e ambiscono a essere pubblicati. Spediscono romanzi per posta e per posta ricevono i rifiuti dagli editori. C’è poco da scommettere, quindi, sul talento di queste mille anime. Finché il diavolo fa il suo solenne ingresso in scena: «tutto nella sua persona pecca di eccesso, il suo riso è sgangherato, il gesto è teatrale, e la voce, la voce poi, dove sembra essere custodito il segreto del suo fascino, è rotonda, impostata, senza asperità, senza picchi, ma cela un sottofondo di sospiri e lamenti». Si professa grande editore e dice di voler aprire proprio lí una filiale della sua prestigiosa casa editrice. Chi non è disposto a un patto col diavolo pur di veder pubblicato il proprio romanzo? L’unico che sembra in grado di capire la pericolosità della situazione è padre Cornelius, mandato dalla diocesi in aiuto del vecchio parroco. Ma forse nasconde anche lui qualche ombra. Paolo Maurensig ci consegna un apologo letterario raffinatissimo e coinvolgente sul narcisismo e la vanagloria, ma anche sulla nostra sete inestinguibile di storie.»

Il sito dell’autore: http://www.paolomaurensig.it/


🕮 LA RECENSIONE DI BOOKS CAFÉ

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve di Jonas Jonasson (Bompiani, 2011; traduzione di M. Podestà Heir)

a cura di LaurArt (blog Books Cafésito web; canale youtube)

 


🕮 L’AGENDA

Ecco gli appuntamenti e le iniziative che vi abbiamo segnalato in questa puntata:

  • RACCONTI IN ABBONAMENTO ‒ Progetto originato da un «collettivo di nulla», inizialmente formato solo dal nostro ospite Giorgio Genetelli, dall’editore Franco Lafranca e da una bottiglia di vino, Arbok Edizioni invia a casa ogni mese un racconto, andando a formare una «visione popolare […] di una versione letteraria della nostra realtà»: http://arbokedizioni.blogspot.ch/ (per abbonarsi e chiedere informazioni, scrivere direttamente a giorgiogene[at]bluewin.ch).
  • FESTIVAL ‒ Dal 30 maggio al 2 giugno torna a Lugano Poestate, primo festival di letteratura ad essere organizzato in Ticino; nel programma dell’edizione 2018 ci sono anche un paio di autori passati da Colibrì, ovvero Marko Miladinovic (31.5 e 2.6) e Anna Ruchat (30.5): http://www.poestate.ch/.
  • LETTURA ‒ Mercoledì 23 maggio si svolgerà in tutta la Svizzera la prima Giornata della lettura ad alta voce, di cui abbiamo parlato nella puntata del 9 aprile insieme a una delle organizzatrici, Esmeralda Mattei (Seba Marvin leggerà alcuni suoi racconti a Lugano, allo Spazio 1929): https://www.giornatadellalettura.ch/it/.

Reading list:

Playlist:

  • Rage Against the MachineStreet Fighting Man (Renegades, 2000)
  • Fabrizio De André ‒ Coda di lupo (Rimini, 1978)
  • IllapuPaloma ausente (live)