Colibrì ‒ Stagione 2 ‒ #4 ‒ Quello che (non) si legge a scuola

30 novembre 2018

Colibrì: i libri, per becco di chi li legge ‒ Un programma che vuole dar voce ai lettori, per chiacchierare di libri con leggerezza e passione

A cura di Seba Marvin, con Mara Travella e Alice Nguyen-Trinh


🕮 IN QUESTA PUNTATA

La scuola è il luogo dove si impara a leggere e dove, grazie a un insegnante appassionato, si può scoprire la propria passione per i libri, le storie e i personaggi di finzione. La scuola è però anche il luogo delle letture obbligatorie, un posto in cui c’è sempre il rischio di dover leggere l’autore giusto al momento sbagliato, sviluppando magari una potente allergia che ti tiene per anni alla larga da un certo scrittore.

C’è un modo giusto per portare i libri a scuola? E qual è il vostro rapporto di lettori e lettrici con la letteratura affrontata a scuola?

Leggi il testo del mini-monologo qui: http://sebamarvin.com/di-allergie-e-letteratura/


VUOI SOSTENERE LA RADIO? DIVENTANE MEMBRO!


🕮 LIBRO TICINESE DEL MESE

La prossima settimana, forse di Alberto Nessi (Edizioni Casagrande, 2008)

«Dalla povertà di una valle ticinese a un laboratorio di orologiai nella Svizzera francese alla storica libreria Bertrand di Lisbona. Dalle fantasie infantili suscitate dal santo raffigurato in una chiesetta di paese alla scoperta del socialismo, in un periodo, agli albori del movimento operaio, in cui già solo pensare di avere dei diritti era una forma di rivoluzione, motivo di speranza e anche di meraviglia. Soprattutto per uno come José Fontana, sceso dalle montagne elvetiche al mare dei descobridores, diventato operaio e infine libraio e intellettuale militante in una grande città europea, amico del poeta Antero de Quental, collaboratore di riviste e giornali. La parabola esistenziale e ideologica di Fontana è narrata da Alberto Nessi in un romanzo profondamente umano, che, inoltrandosi in un Ottocento travagliato dalla questione sociale, ci invita di fatto a un continuo confronto con il presente, con la nostra disperata aspirazione alla giustizia e alla solidarietà.»

 


🕮 IL CONSIGLIO DI LETTURA DI BOOKS CAFÉ

  • Marie-Sabine Roger, Una testa selvatica (Ponte alle Grazie, 2010; traduzione di Francesco Bruno)

a cura di LaurArt (blog Books Cafésito web; canale youtube)


Reading list:

Playlist: