Seventeen Seconds – Season 3 – #1

25 ottobre 2018
Rubrica Musicale (New Wave, Dark, Synth/Electro Pop, New Romantics, 80’s)
A cura di Herbert Pacton & Federico Juan Rossi

Seventeen Seconds accende i suoi microfoni su Radio Gwen per farvi compagnia e farvi passare 2 ore con i suoni dei mitici anni 80…. ma non solo…. avremo sempre un orecchio teso verso il presente per scoprire i nuovi gruppi che ancora oggi ricalcano e cercano di tenere viva quest’ondata musicale…..

In onda ogni ultimo Giovedì del mese dalle ore 12.30 – alle 14:30

Seventeen seconds è nato da una passione smisurata per il periodo che ha cavalcato la musica a tra la fine degli anni 70 e tutto il 1980. Herbert e Federico tra una pezzo musicale e l’altro, accompagneranno gli ascoltatori attraverso notizie improbabili recuperate da tutto il mondo e qui la differenza da altre trasmissioni che si occupano di musica Dark, New Wave… si fa sentire.

You only need seventeen seconds to love them…

Scaletta Puntata:

In questa puntata, abbiamo il grandissimo onore di avere in scaletta

“EMIL MOONSTONE & THE ANOMALIES”

Biografia

Emil Moonstone è un cantante, compositore italiano.
Nel 1992 forma i “South Breed Out” band noise di cui è il leader e la voce.
Precedentemente aveva fatto parte di band punk, sempre come fondatore, (Burp, Nevrotic Heads, DDT, Flying chips). Dopo una parentesi di qualche anno come voce dei “Pastonudo”, band new wave, forma i “South Breed Out“.
Dopo anni di inattività decide di ritornare in scena, e con l’immancabile altra anima dei Two Moons (ma anche dei gruppi precedentemente citati, fatta eccezione dei “Pastonudo”) Joshep Rips Asanda (Two Moons, European Ghost) forma i Two Moons, band con la quale tutt’ora è in piena attività con 1 EP e 3 album all’attivo. Two Moons è un progetto musicale nato nel 2009. Due anime in una band: quella cupa, introspettiva legata a sonorità tipiche della wave e quella magnetica, sciamanica e solare dell’elettronica moderna. A breve Emil Moonstone intraprenderà quello che lui definisce “una parentesi solista” con un album interamente scritto e suonato da solo, una proposta e una ricerca di suoni diversa dalle precedenti. Un progetto da one man show, che esprime quasi 30 anni di musica in band diverse, stavolta nel bene o nel male non contaminata da altri componenti o collaborazioni.

Disappointed” è il primo album di Emil Moonstone, il progetto solista della voce dei Two Moons. Emil Moonstone, factotum, di quest’album; buona parte degli strumenti sono suonati dallo stesso Moonstone durante le sessioni di registrazione e tutti i pezzi sono partoriti dalla sua fervida mente.
Nove brani, psychedelia, noise effect, sperimentazioni di studio, si intrecciano in un disco cattivo, ma nello stesso tempo pieno di sentimenti. Disappointed, si presenta con una copertina “apocalittica” dell’artista Stefano Bonazzi e non lascia spazio all’immaginazione, si tratta di un disco crudo, vero e viscerale. Su una base di drum machine, si inseriscono riff di chitarra noise che improvvisamente lasciano spazio ad un break segnato da trip-hop stralunato per poi riprendere con la trama centrale fatta di escursioni psichedeliche.

Il tema centrale nell’album racconta di fallimenti, di cose che in qualche modo finiscono a pezzi, di un futuro cupo, della delusione per il fallimento della razza umana. Quasi un resoconto di dove siamo finiti, e non è casuale la scelta di chiudere l’album con “Hurt”.
Infatti, Il disco ci lascia con un placido finale che in parte sembra voler portare un filo di ordine, nel marasma di suoni e parole, con la cover dei NIN (o se preferite, la cover della cover di Johnny Cash).
Disappointed si rivela un lavoro ostico, Moonstone non si risparmia e registra in questo progetto tutte le sue ispirazioni, le schegge di follia, la stravaganza, la tenacia e l’impudenza, tutte attitudini che lo contraddistinguono.
Moonstone accetta di andare ben oltre gli schemi collettivi, ferendo la percezione comune, facendo sicuramente storcere il naso ai puristi, andando ad urtare la suscettibilità di molti.
Ma questo è E. Moonstone è questo è Disappointed, perché quando un uomo è “deluso” tende a non usare mezzi termini.

“Line up”

Emil Moonstone
Mino Andriani
Lorenzo Brogi

“Etichetta Discografica”

HYDRA MUSIC
www.hydramusic.it

“Press & Promotion”

PRESS AND PROMOTION
 A BUZZ SUPREME
www.abuzzsupreme.it
info@abuzzsupreme.it
Tel. (+39) 02 74222237

“Distribution” 

DISTRIBUTION
 AUDIOGLOBE
www.audioglobe.it

“Web” 

“Contatti”

https://www.emoonstone.it/en/
info@emoonstone.it

 

Emil Moonstone & The Anomalies – Fall – Covo Club – Bologna