Seventeen Seconds – Stagione 3 – #8

30 maggio 2019
Rubrica Musicale (New Wave, Dark, Synth/Electro Pop, New Romantics, 80’s)
A cura di Herbert Pacton & Federico Juan Rossi

Seventeen Seconds accende i suoi microfoni su Radio Gwen per farvi compagnia e farvi passare 2 ore con i suoni dei mitici anni 80…. ma non solo…. avremo sempre un orecchio teso verso il presente per scoprire i nuovi gruppi che ancora oggi ricalcano e cercano di tenere viva quest’ondata musicale…..

In onda ogni ultimo Giovedì del mese dalle ore 12.30 – alle 14:30

Seventeen seconds è nato da una passione smisurata per il periodo che ha cavalcato la musica a tra la fine degli anni 70 e tutto il 1980. Herbert e Federico tra una pezzo musicale e l’altro, accompagneranno gli ascoltatori attraverso notizie improbabili recuperate da tutto il mondo e qui la differenza da altre trasmissioni che si occupano di musica Dark, New Wave… si fa sentire.

You only need seventeen seconds to love them…

Scaletta Puntata:

In questa puntata, abbiamo il grandissimo onore di avere in scaletta

“SCOTCH”

 

Biografia

All’inizio degli anni 80 a Bergamo lavoravano due importanti produttori discografici, che nel 1983 crearono il progetto SCOTCH.
Bisogna dire che, alla faccia dei talent come presunta espressione di democrazia musicale, negli anni 80 si dava a tutti (purché con talento) la possibilità di provare, permettendo a un gruppo o a un solista di uscire con un primo 45 giri e poi chissà: forse il successo, oppure l’indifferenza della gente.

Il progetto SCOTCH funzionò, come tanti altri italiani di quel periodo – Gazebo, P. Lion, Ryan Paris… Il primo brano di lancio fu Penguin Invasion, un brano inizialmente solo strumentale, carico di tastiere, sintetizzatori e percussioni; in seguito il gruppo, aiutato dai produttori, realizzò anche una versione vocal del brano cantata da Vince Lancini, che poi entrerà a far parte del gruppo, in cui arrivò infine anche Fabio Margutti come compositore.

Lancini si dedicò alla realizzazione di altri brani, come ad esempio Take Me Up, Disco Band, Mirage, Delirio Mind. Ricordiamo “Disco Band”, brano del 1984 che divenne famoso per il suo ricorrente colpo di tosse, nato per scherzo mentre il duo era alle prese con un nuovo sampler, spingendo Margutti e Lancini ad inserirlo nella versione finale. Nel videoclip, ambientato in una stanza d’ospedale, troviamo un gruppo di pazienti intenti a muoversi al ritmo della canzone.

Disco Band” arrivò alla quarta posizione nelle classifiche svizzere e portoghesi, mentre in Germania riuscì addirittura a salire al terzo posto.
Sempre nel 1984 esce il primo album. intitolato “Evolution”, contenente anche “Take me up”, il cui video contiene una simpatica interazione tra personaggi umani e i cartoni animati

Il 1986 è l’anno di “Mirage”, ricordate il tormentone “Stasera la luna ci porterà fortuna”?
Vince Lancini, invece di cantare il testo prefissato, durante la registrazione improvvisò in italiano; i due decisero alla fine di modificare l’intero brano in funzione del nuovo ritornello.

I brani a distanza di anni vengono rifatti, campionati, come con il gruppo tedesco Scooter nel loro brano Lass Unz Tanzen del 2007.
Mirage è stata ripresa dal duo dance italiano Paps’n’Skar nel 2004 ed è diventata un tormentone estivo dopo essere stata scelta come colonna sonora per la nota compagnia di telefonia mobile TIM.

 

“Web” 

“Contatti”

URANIA Corporation Agency
info@uraniacorporation.com

Scotch – Mirage